Resoconto Consiglio Comunale di Meldola del 20 febbraio 2007 – 2^ Parte

Continua dall’articolo precedente

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA RELATIVO AD UN COMPARTO C2 IN VIALE DELLA REPUBBLICA – VIA DELLA RESISTENZA – APPROVAZIONE PROGETTO E SCHEMA DI CONVENZIONE
Si tratta della lottizzazione “Bendi”, siccome l’ODG è già passato in commissione  non se ne dà lettura.
Bandini rileva al Presidente della Commissione che il verbale non riporta informazioni esaurienti, vengono citati chiarimenti richiesti da alcuni capigruppo e non è verbalizzato che tipo di chiarimenti e nemmeno le risposte che sono state date.
Biserni spiega che i chiarimenti erano circa la presenza o meno di richiesta di monetizzazione di spazi di parcheggio e che la risposta è stata negativa. Nell’area sorgeranno villette a schiera e condomini alti non oltre gli 8,50 metri ed in numero complessivo di 30/35 alloggi. Sottolinea come si approvi solo la lottizzazione e non i singoli complessi.
Si sono avuti 12 favorevoli e 2 astenuti (Ghetti e Bandini)

MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSIGLIARE “LA TUA MELDOLA” PER CREAZIONE MAILING LIST FINALIZZATA ALL’INOLTRO DI AVVISI DI CONVOCAZIONE DEL C.C. E COMUNICAZIONI VARIE
Branchetti spiega velocemente l’intenzione e i costi risibili vista la struttura già presente.
Pantoli sottolinea come sia importante continuare anche i consueti mezzi di comunicazione e che questa affianca solo gli stessi.
Viene votata all’unanimità dai presenti!!!

O.D.G. PROPOSTO DAL CONSIGLIERE COMUNALE FABBRI ENZO – GRUPPO CONSIGLIARE “SINISTRA EUROPEA – PARTITO COMUNISTA RIFONDAZIONE” PER SPERIMENTAZIONE NEL TERRITORIO MELDOLESE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CON IL SISTEMA “PORTA A PORTA”
Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
Pantoli sottolinea come già nel 2005 si era votata l’intenzione di accellerare il decreto Ronchi che prevedeva anche il porta a porta; presenta un ODG alternativo a quello di rifondazione.
Bandini chiede comunque un periodo di sperimentazione ed un’approfondita analisi economica dei benefici per i cittadini spiegando che se non ci sono ritorni economici non c’è nemmeno interesse.
Fabbri chiede un incontro dei capigruppo per valutare possibili unioni dei due ODG, in poco riescono a trovare le correzioni e il testo finale viene votato all’unanimità.

O.D.G. PROPOSTO DAL CONSIGLIERE COMUNALE FABBRI ENZO – GRUPPO CONSIGLIARE “SINISTRA EUROPEA – PARTITO COMUNISTA RIFONDAZIONE” SUL DIRITTO DI AUTODETERMINAZIONE DEL POPOLO VICENTINO SULLA COSTRUZIONE (OSSIA IL RADDOPPIO) DELLA BASE MILITARE DI VICENZA
Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
Branchetti presenta due emendamenti per appoggiare in particolar modo il referendum tra i cittadini e spiega anche che i cittadini vicentini non sono tutti contro la base bensì sono divisi sulla scelta dell’ampliamento.
Bandini rileva l’ipocrisia della manifestazione contro l’allargamento appoggiata anche da chi sta al governo e appoggia completamente il governo sulla scelta di concedere l’autorizzazione agli americani. Presenta così un proprio ODG
Pantoli presenta anch’esso un ODG su questo argomento
Coveri rivela che la base non era nel programma dell’Unione e lui perlomeno richiederebbe che la base stessa venga passata alla disponibilità di forze europee. Lui ha partecipato alla manifestazione e non ha rilevato clima anti/Prodi e manifesta intenzione di astenersi.
Drudi evidenzia la necessità di rispettare le volontà del Consiglio Comunale Vicentino e, da pacifista, richiede il rispetto della posizione di tutti.
De Socio richiama anche la delicata questione dell’Iran e condanna con forza i centri sociali che hanno simpatizzato con i brigatisti arrestati recentemente. Ribadisce a più riprese che la “Sfilata” non và condannata e nemmeno legittimata
Ghetti ribadisce di stare con gli americani e che voterà  favore dell’ODG di Bandini
Votazioni:
ODG Bandini: 9 voti a favore 2 contrari (Fabbri e Coveri) 1 astenuto (Branchetti)
Emendamenti di Branchetti: 1 a favore 12 contrari e 1 astenuto
ODG Pantoli: 9 faorevoli 3 contrari e 2 astenuti
ODG Fabbri: 3 favorev. 9 contrari e 1 astenuto

O.D.G. PROPOSTO DAL CONSIGLIERE COMUNALE FABBRI ENZO – GRUPPO CONSIGLIARE “SINISTRA EUROPEA – PARTITO COMUNISTA RIFONDAZIONE” SULLA ISTITUZIONE DELLA CONSULTA DEI CITTADINI STRANIERI
Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
Drudi  presenta altro ODG in favore della legge attualmente in gestazione proprio su questo aspetto.
Ghetti rileva come l’ODG di Rifondazione preveda un rappresentante degli stranieri in seno al consiglio con diritto di parola e rileva come l’anomalia sia grave proprio perché una possibilità del genere non è data nemmeno ai residenti.
Rifondazione ritira il proprio ed appoggia l’ODG di Drudi
Votazioni 10 favorevoli, 1 contrario (Ghetti) e 1 astenuto (Branchetti)


LEGGE 30/12/2004 N. 311 (LEGGE FINANZIARIA 2005) ART. 1 COMMA 336 E 337: DEFINIZIONE AGEVOLATA PER AGGIORNAMENTO SPONTANEO DEI CLASSAMENTI CATASTALI DIRETTAMENTE DA PARTE DEI CONTRIBUENTI.

Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
Fabbri presenta sommariamente e, messo ai voti, si hanno 9 favorevoli

O.D.G. PROPOSTO DAL GRUPPO CONSIGLIARE “CENTRO SINISTRA INSIEME PER MELDOLA” SU – “COSTRUZIONE DELLA PACE” –
Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
De Socio illustra la chiara linea di questo governo che ha ritirato le truppe dall’Irak; ha assunto un importante ruolo di pacificazione in Libano; ha richiesto moratoria per la pena di morte  e quindi è implicito e fondamentale un impegno della Giunta in questo senso.
Bandini esorcizza il concetto di pace leggendo un brano che evidenzia alcuni “sott’intesi” pacifisti ed evidenzia la gravità dei rilievi mossi recentemente dai 6 ambasciatori  stranieri nei riguardi della posizione Italiana sull’argomento. In disaccordo sulla linea della maggioranza afferma di restare contrario ad ogni ODG che la stessa propone in cui viene riportata la parola “Pace”.
Fabbri pur apprezzando lo sforzo pacifista dà l’intenzione di astenersi
Pantoli evidenzia come la multilateralità sia un’importante affermazione volta alla pace dei popoli
Votazione: 9 favorevoli – 2 contrari (Ghetti e Bandini)

O.D.G. PROPOSTO DAL GRUPPO CONSIGLIARE “CENTRO SINISTRA INSIEME PER MELDOLA” SU – VALORIZZAZIONE COMMERCIALE E MIGLIORAMENTO ARREDO URBANO DEL CENTRO STORICO –
Zucchi legge l’ODG evidenziando il contributo offerto dalla Regione di circa 180.000€ per la manutenzione del centro storico.
Ghetti e Bandini sottolineano i notevoli disagi vissuti dai commercianti durante ai lavori
Messo in votazione i 10 consiglieri presenti sono tutti a favore

O.D.G. PROPOSTO DAL GRUPPO CONSIGLIARE “CENTRO SINISTRA INSIEME PER MELDOLA” SU  GRAVISSIMI FATTI DI CATANIA –
Non viene letto il testo dell’ODG su accordo comune
Vengono condannati i gravi fatti di Catania apprezzando gli impegni delle società sportive, si ribadisce solidarietà alle forze dell’ordine.
Bandini emenda su alcuni punti l’ODG.
Fabbri condivide l’ODG presentato e chiede un minuto di silenzio in ricordo di Raciti e per le 1200 vittime di infortuni sul lavoro mortali ogni anno; silenzio che viene immediatamente attuato.
Branchetti condivide e riporta l’esempio degli americani che, nei loro stadi, non hanno barriere ne problemi particolari di ordine pubblico; riporta che la violenza là è comunque più diffusa nella vita civile e sociale normale.
Votazioni:
All’emendamento di Bandini si hanno due favorevoli, 10 contrari e 1 astenuto
All’ODG tutti favorevoli

Alle 02:40 si chiudono i lavori del Consiglio …

Saluti radiosi

13 pensieri su “Resoconto Consiglio Comunale di Meldola del 20 febbraio 2007 – 2^ Parte

  1. Pingback: Le parole volano, gli esempi trascinano » Resoconto Consiglio Comunale di Meldola del 20 febbraio 2007 - 1^ Parte

  2. Ciao caro amico Romeo,
    anticipiamo un po’ i tempi e apriamo una discussione
    sulla volontà di demolire l’ex macello per farne un parcheggio.
    Io sono dell’idea che il patrimonio immobiliare del Comune di Meldola
    debba essere valorizzato in maniera “leggermente” migliore.

  3. Ueilà Andrea …

    Quale onore, sono veramente contento che tu ti sia fatto sentire. Il problema secondo me è che ormai hanno già deciso del macello, tant’è che stiamo cercando il posto per il trenino della festa del tranvai che è stato sfrattato quindi presumo che a breve i lavori partiranno…

    Magari si può informarsi … e capire come siamo messi.

    Se si può ancora fare qualcosa mi piacerebbe tanto anche a me … ormai ste caxxo di macchine occupano tutto….

    Saluti radiosi

  4. Ciao Romeo,

    complimenti per quello che fai, è proprio grazie alla tua sensibilità verso l’ambiente…..i bambini…..la vita sana… l’impegno civico e sociale che ho pensato di chiederti se conosci la situazione di San Colombano in merito all’ eventuale creazione di un impianto di CONGLOMERATO BITUMINOSO. Noi cittadini siamo preoccupati per come potrebbe cambiare la qualità della nostra vita, dei nostri figli, anche se questi impianti rispondessero a tutti i requisiti di legge in termini di tutela ambientale. Nei consigli comunali a cui hai assistito se ne è discusso? Hai qualche proposta?

  5. Ciao Silvia

    Grazie per i complimenti …. sono la mia più grande soddisfazione e la riconoscenza mi ripaga dello sforzo.

    Veniamo alla tua richiesta: Quì puoi trovare quanto è stato portato in consiglio Comunale dal Consigliere di Rifondazione. Per comodità di copio incollo quanto riguarda l’argomento:

    Fabbri richiede chiarimenti circa i recenti articoli apparsi nella stampa un trasferimento di un deposito bituminoso dall’aereoporto di Forlì alla frazione S.Colombano; il sindaco tranquillizza circa l’intenzione di non autorizzare tale installazione.

    Mia personale opinione è che è bene stare in orecchio perchè per me le parole del SIndaco erano riferite alla posizione che la ditta aveva scelto in prima battuta ed io ho percepito che, spostando lo stabilimento in altro punto rispetto a quanto inizialmente previsto, il famoso “indotto” dell’attività avrebbe potuto far cambiare la posizione dell’Amministrazione.

    A questo punto occorre stare in orecchio e vigilare assiduamente i nostri amministratori comunque il primo passo è stato fatto … aver rifiutato questa eventualità.

    Saluti radiosi

  6. Ciao Romeo,
    volevo informarti che, probabilmente, per quanto riguarda la demolizione dell’ex-macello, attualmente non è stato ancora deciso nulla di definitivo in quanto non mi risulta che sia stata approvata alcuna delibera di giunta a tal proposito (anche se le delibere approvate normalmente riusciamo a consultarle solo con un certo ritardo rispetto al momento dell’approvazione..).
    Nei prossimi giorni provo ad informarmi un po’ meglio.

    Per chi è interessato propongo di leggere il documento dal titolo: SCARICA IL PROGRAMMA DELLE POLITICHE CULTURALI de “La Tua Meldola” che potete trovare in formato .PDF al seguente indirizzo

    http://www.latuameldola.it/download.htm

    e che contiene in fondo a pagina quattro alcune considerazioni sull’ex-macello.

  7. Bene ragazzi,
    A questo punto si vuol provare a fare qualcosa di condiviso sull’area dell’ex Macello ad esempio?

    Una volta appurato che non ci siano delibere che ipotecano definitivamente la sorte del macello occorre raccogliere le idee alternative al parcheggio (che onestamente mi sembra una porcata anche perchè sogno una Meldola senza più macchine … magari solo con navette a metano o biodiesel o, meglio, ad idrogeno che circolano in continuazione … permettetemi almeno di sognare qualcosa di meglio per i miei figli!!!

    Andrea, se ci stai possiamo aprire una discussione apposita ma poi ognuno si deve sforzare di far esprimere quante più persone possibile sull’argomento per dimostrare alla Giunta che una parte del paese ha idee diverse. Le sfide ciclopiche mi sono sempre piaciute ed ormai a forza di sbatterci nei mulini a vento comincio a farci il callo 🙂

    Chiaramente ribadisco e sottolineo la linea apartitica che comunque la cosa deve mantenere …

    Saluti radiosi

  8. In relazione all’abbattimento dell’ex-macello ho avuto modo di informarmi.
    Ad oggi non è stato approvato alcun provvedimento. L’amministrazione comunale è però fermamente intenzionata a perseguire l’obiettivo dell’abbattimento per poi poter costruire un parcheggio.
    La Giunta municipale è in attesa di un progetto che stanno elaborando gli uffici comunali competenti per poi approvare il tutto con delibera di Giunta.

    Samuele

  9. Bene. Si potrebbe trovare il materiale e proporre un progetto alternativo.
    Ci sono diverse soluzioni di utilizzo per una struttura pubblica a due passi dalla piazza (l’abbattimento fa accapponare la pelle).
    Utilizzo per i servizi sociali (trasferimento delle varie associazioni), centro prelievi, vigili urbani ecc.ecc.
    Utilizzo per i servizi culturali (trasferimento della biblioteca, realizzazione di una sala per convegni più ampia dell’attuale sala degli scudi)
    Utilizzo economico-commerciale.
    Scegliamo la soluzione più appropriata e presentiamo alla cittadinanza il
    progetto alternativo.
    E’ chiaro che salvare il macello per lasciarlo in queste condizioni fatiscenti non avrebbe alcun senso.
    Poi diamo risposta alla necessità di parcheggio con un progetto di ristrutturazione del piazzale a fianco della scuola media oggi dormitorio di camper e camion.

  10. Prima che lo scempio del macello venga compiuto,
    proviamo ad incontrarci per valutare soluzioni alternative e
    come comportarci (lasciare intendere all’attuale amministrazione
    che un gruppo di cittadini ha diverse proposte per l’immobile in questione)
    Muoviamoci mai come in questo momento
    il tempo è tiranno

  11. Benissimo, aprirò una discussione e vediamo in quanto hanno voglia di partecipare … TAM TAM, mi raccomando.

    Luogo??? direi un bar così ci beviamo qualcosa …

    Saluti radiosi

  12. Vi informo che il prossimo Consiglio Comunale si terrà Giovedì 29 Marzo a partire dalle ore 20:30.

    La possibilità di iscriversi alla mailing list per ricevere data, ora e odg dei consigli dovrebbe essere già attiva o comunque in via di attivazione. I consiglieri comunali che hanno dato la loro diponibilità riceveranno infatti l’odg attracerso e-mail già a partire dal prossimo consiglio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*