Come è meglio mandare a scuola i bambini.

Visto che a breve ci sarà l’iniziativa bimbimbici (06/05/2007) e ci sarebbe ancora tempo per riuscire ad organizzare qualcosa anche da noi (se andate a vedere nei Comuni che hanno aderito troverete la vicina Forlì) pensavo che anche Meldola potrebbe provare qualcosa.

Indagando un pò in altre realtà mi ritrovo parecchio con quanto ha fatto Reggio Emilia dove esiste sia il bicibus che il piedibus sono convinto che potrebbero essere facilmente importabili anche da noi perchè gli ingredienti ci sono tutti (non mancano pensionati, associazioni di volontariato ed attività commerciali) per me qualche prova si potrebbe fare tranquillamente anche oltre la domenica dei bimbimbici.
Mi trovo quotidianamente a discutere con altri genitori come me che dicono che i rischi al giorno d’oggi sono troppi e che non si può fare altrimenti ma io resto fermo sulla convinzione che i bambini in bicicletta o a piedi nelle nostre strade portino sicurezza e richiedano agli adulti una maggiore attenzione e calma alla guida; molto meglio di tante bande sonore di rallentamento o cartelli o autovelox. Tutti siamo stati bambini e li rispettiamo, o no????

Un’altra interessante iniziativa è quella di Verona dove addirittura hanno redatto un manuale educativo proprio sull’argomento “Vado a scuola da solo“. Insomma degli esempi
ce ne sono tanti … dovremmo solo prendere e copiare un pò … non c’è niente da creare
Infine una osservazione circa Forlì … come vedete il Consigliere Comunale Ronchi ha pubblicato una interessante iniziativa promossa dal Comune e addirittura un Assessore l’ha commentata, quanto darei se anche da noi un qualsiasi assessore commentasse con un suo punto di vista, mi andrebbe bene anche un punto di vista contrario ma …. un commento. Chiedo troppo???
Saluti radiosi

Un pensiero su “Come è meglio mandare a scuola i bambini.

  1. Leggendo il tuo commento mi è venuta in mente una frase di Gandhi: “Prima ti ignorano. Poi ti deridono. Poi ti combattono. Poi vinci.”

    All’inizio, quando ho aperto il mio blog politico, molti ridevano sotto i baffi per l’impegno che sembrava poco produttivo.

    Assomiglia molto al tuo lavoro per cercare di smuovere il Consiglio Comunale di Meldola. Vieni ignorato perché non sei considerato un “portatore di interessi”.

    Ma tutte le novità partono con un gradino, non sono processi che si innescano dall’oggi al domani. Sono sicuro che attraverso questa esperienza oltre ad un sacco di tuoi concittadini matureranno anche gli amministratori, oppure ne verranno eletti di più sensibili ai temi che esponi quotidianamente.

    Continua così, tieni duro, e saluti radiosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*