Verbale Comitato mensa del 08/02/2007

Elenco dei presenti: Ghetti Corrado – Milillo Maria Alfonsa – Canestrini Angelo – Agostini Renzo – Amadori Domenica – Bertaccini Paola – Bevoni Roberta – Boattini Alessandra – Calzolari Dino – Castellucci Daniela – Favali Massimo – Giunchi Romeo – Gordini Verdiana – Malpede Mirna – Peron Paola – Rubboli Roberta – Torelli Fabrizio – Venezia Pietro

L’incontro ha inizio verso le 18:40. Si torna sull’argomento “pasto Bio-eco-compatibile” e la responsabile ai Servizi alberghieri Milillo ci spiega lo stato di avanzamento:

  • Posate di acciaio inserite alle scuole elementari grazie al contributo dell’Amministrazione Comunale che si accolla gli oneri della persona necessaria per la pulizia delle posate stesse (è stato assegnato l’incarico ad una “categoria protetta” creando così una nuova opportunità lavorativa).
  • I piatti e bicchieri in cellulosa (biodegradabili) hanno slittato l’inserimento previsto inizialmente a fine anno 2006, al corrente mese (esattamente lunedì 26/02/07) a causa di alcuni problemi amministrativi ma se ne estenderà il periodo di utilizzo a fine anno 2007 (inizialmente previsti per il corrente anno scolastico).
  • Inoltre a breve si toglierà completamente la plastica negli accessori per la merenda delle scuole materne.

Attualmente sono provenienti da agricoltura biologica i legumi, la frutta e la verdura (che è anche doppiamente bio perché locale), succhi di frutta e yogurt. A proposito dell’indotto locale che si è venuto a creare e che si vorrebbe estendere anche ad altre alimenti gli Assessori Provinciali Bagnara e Riguzzi, che maggiormente si sono spesi per questa causa, a breve dovrebbero disporre di una bozza di nuovo capitolato che preveda e favorisca la scelta di potersi rifornire da produttori locali. Viene poi valutato dal comitato un possibile prosieguo all’attuale progetto di estensione dei prodotti da agricoltura biologica; in quest’ottica Pietro Venezia sottolinea l’importanza di consolidare nel tempo l’attuale metodologia di fornitura della verdura anche al di là dell’attuale sperimentazione; viene lanciata l’idea di acquistare pasta ricavata da cereali coltivati nei terreni confiscati alla mafia (e da agricoltura biologica) e prodotta proprio da queste cooperative tra le quali la più conosciuta è “libera” e il Presidente Ghetti si è detto entusiasta dell’idea.

Viene poi suggerito anche l’inserimento del latte locale che, grazie ad una attenta e approfondita analisi, è stato possibile valutare come consumo medio giornaliero della mensa in circa 50 litri. Pietro Venezia sottolinea come a fronte di un prezzo di circa 0,70 €/l attuale per l’Istituzione viene ritirato dalle centrali del latte ai vari allevatori a circa 0,35€/l (prezzo già di per se insostenibile per le aziende agricole).

Viene anche evidenziato come l’attuale pane (confezionato singolarmente in bustina di plastica traforata) rappresenti una altro inghippo nella via di ridurre i rifiuti di plastica; tra l’altro viene evidenziato come i sacchetti di plastica siano tra le peggiori fonti di morte per soffocamento della fauna marina, in special modo le tartarughe. A questo proposito partirà una sperimentazione per la fornitura di pane non imbustato e a fette di cui poi conosceremo gli esiti al prossimo incontro.

Viene stabilita una possibile tabella di marcia che regoli gli impegni futuri:

  • Consolidamento definitivo su fornitura della verdura locale e da agricoltura biologica e nell’utilizzo di piatti e bicchieri biodegradabili;
  • Analisi costi e disponibilità per inserimento della pasta con ingredienti da agricoltura biologica di “Libera”
  • Analisi costi e disponibilità produttori locali per latte, latticini e formaggi

Le sopra esposte analisi verranno proposte al prossimo ritrovo del comitato mensa in modo da valutare con cognizione di causa gli eventuali maggiori costi per verificarne l’inserimento nell’anno scolastico 2007/2008; la successiva fase, per gli anni a venire, riguarderà anche l’inserimento della carne locale e proveniente da animali allevati con metodi certificati e con alimentazione da agricoltura biologica.

Milillo dà poi agli intervenuti copia di alcuni progetti scolastici che sono o stanno partindo presso le Scuole locali e per i quali l’Istituzione mette a disposizione risorse, trasporti in pullman mentre la Coldiretti metterà a disposizione degli esperti per le formazioni in aula e le Aziende da andare a visitare; spiega anche il recente progetto che ha visto i bambini della materna Giramondo manipolare e creare ottime pietanze a base di ricotta e cocco.

Invita poi tutti i membri del comitato mensa il 20 febbraio prossimo alla Materna Girotondo verso le ore 10:00 per un progetto che vede la partecipazione della stessa Milillo, di Mengozzi (una della Aziende Agricole che forniscono verdura) e di un rappresentante di Hera; progetto volto ad illustrare e sensibilizzare sulla raccolta differenziata mediante una divertente rappresentazione.

Viene poi spiegato che Hera ha già fornito tutto l’occorrente per avviare un compostaggio domestico presso i vari plessi ivi compreso un libretto illustrativo e alcune confezioni di enzimi attuatori. L’intenzione è pertanto quella di avviare questa sperimentazione con la collaborazione di maestre e genitori di alcune classi pilota (che già rientrano in un progetto di questo genere (1^A – 1^C – 1^D) e la maestra Paola si è fatta portavoce di questa iniziativa alle maestre interessate mentre Giunchi Romeo e Paola Peron si sono dati disponibile ad aiutare per la parte pratica.

Giunchi Romeo mette a disposizione anche il blog (www.romeogiunchi.net) dove, nella categoria “Comitato Mensa” si potranno trovare tutti i verbali e chi vuole potrà commentare ed esprimere le proprie opinioni sul lavoro svolto dal comitato mensa in modo da rendere più capillare e diffusa la possibilità di intervenire.

Per l’annuale e periodico corso di formazione ed informazione sono state stabilite le due date dello stesso (Giovedì 17 e giovedì 24 Maggio p.v.); verranno consegnati modelli per l’iscrizione che saranno da restituire entro il 30 di aprile. Sarà invitato ad intervenire almeno in una delle due sere anche il Dott. Antonio De Biase che, quale pediatra di Meldola, conosce ed è già conosciuto da tanti ed è di indubbia professionalità e preparazione nel settore dell’alimentazione.

Milillo mostra, spiega ed illustra l’avvenuta predisposizione di un menù completo giornaliero calcolato in base a quello che i bambini mangiano in mensa per completare, con i pasti consumati a casa, una corretta ed equilibrata alimentazione dei nostri figli stabilendo così anche giuste associazioni alimentari. Questo suddiviso per Nido, Materne, Elementari, Medie (se per caso qualcuno non riesce a leggerli me lo dica che provvedo a inviarglieli nel formato a lui più congeniale)

Si ribadisce che al Nido i bambini ricevono spuntino e pranzo; alle materne spuntino, pranzo e merenda mentre alle scuole elementari e medie solo il pranzo per cui i restanti pasti riportati nel menù sono quelli che potrebbero completare i pasti a casa.

Il menù in questione è completo di grammatura ed apporto calorico e viene deciso dal comitato, per non sprecare carta, di pubblicarlo nel sito internet sopracitato assieme al verbale e fornirlo in copia anche alle maestre dei vari plessi in modo che, chi è interessato, possa in un modo o nell’altro poterne venire in possesso (si rammenta che anche i vari componenti del comitato mensa ne disporranno di copia).

Completata la fase formativa vi è poi l’intenzione di inserire questo menù in una prossima pubblicazione che integrerà il progetto del pasto bio ed eco-compatibile.

Viene infine sollecitata una particolare attenzione e sensibilità alla vicina iniziativa “M’illumino di Meno” che vede il 16 Febbraio c.a. come un giorno in cui prestare particolare attenzione al risparmio energetico ed agli sprechi stessi auspicando una forte adesione collettiva a questa importante iniziativa. Alle 20:30 viene chiuso l’incontro che, come gli altri, si è dimostrato produttivo e foriero di nuove idee.

Saluti radiosi

3 pensieri su “Verbale Comitato mensa del 08/02/2007

  1. Ma la miseria che lavorazione avete avuto … complimenti soprattutto per l’idea di Libera. Noi acquistiamo quella pasta alla iperCOOP e crediamo molto in quei ragazzi!!!

    Avanti a tutta forza.

    Ciao….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*